31 luglio 2015

Recensione. I CARIOLANTI - Sacha Naspini


"Mi veniva su qualcosa dalla pancia, tipo si spalancava un burrone simile a quello che si sente quando si crepa di fame. Una cosa che avrei voluto fare da morire era prendere Sara, farla diventare piccina così e metterla lì dentro, a tappare quel burrone che sentivo nella pancia. 
[I cariolanti, Sacha Naspini, Elliot, p. 71]

Titolo. I CARIOLANTI
Autore. Sacha Naspini
Editore. Elliot
Anno. 2009
Pagine. 158
Prezzo. 16,00 €
Ebook. si
SINOSSI. Campagna toscana, 1918. Per non partire soldato nella Prima guerra mondiale, un uomo nasconde suo figlio di nove anni e sua moglie in un buco scavato nel bosco. Lì dentro la famiglia passa quasi tutto il tempo, il padre esce solo per prendere l'acqua e per cacciare, ma a volte il cibo non si trova e allora bisogna affondare le dita nella terra umida per vedere se salta fuori un baco o una radice da masticare, oppure rassegnarsi a mangiare carne umana. Inizia così l'avventura di Bastiano, che cerca di riscattare la sua vita solitaria e animalesca innamorandosi di Sara, la figlia del padrone per cui va a lavorare come aiutante stalliere. Ma il fango quasi mai incontra la luce, e allora finirà per sporcarsi totalmente, uccidere colpevoli e innocenti, scappare, trasformarsi in un animale da preda, perdersi, per poi ritrovarsi anni dopo in quella tana in mezzo al bosco, la sua vera casa. "I cariolanti" è un romanzo di deformazione, selvatico e rabbioso, dove la vera protagonista è la bestialità, non la bestialità malvagia e gratuita, ma quella istintiva e viscerale di chi uccide per sopravvivere. Una favola nera in tredici istantanee dove si respirano atmosfere che vanno da Truffaut a Stephen King, alle "Fiabe italiane" di Calvino.

RECENSIONE.
Credo che la sinossi di I cariolanti, questo bel pezzo di narrativa italiana letto da poco, sia imprecisa. Manca qualcosa, nelle atmosfere che si respirerebbero leggendo la storia di Bastiano e della sua famiglia.
È l'aria di una narrativa italiana bassa, terrigna, che ha le unghie sporche di terra. Una terra grassa, nera, viscida di vermi. Piena. Piena di voce. Poetica, nella sgradevolezza della trama, degli episodi cupi, cruenti, violenti.
Non ho respirato King, leggendo Sacha Naspini, ma Verga o Pirandello. Che poi, scusate, ma diamine, perché si deve sempre andare a far paragoni con il Re del Maine per dire che un autore è bravo e meritano una lettura le sue storie?
Fidatevi che Naspini è più gore di King.

29 luglio 2015

La metà esatta (4) - INTANTO, DA QUALCHE PARTE NELLO SPAZIO... Aa. Vv.

C'è chi si affida all'incipit e chi al finale per capire se un libro può fare o meno al caso suo. La cacciatrice di libri, invece,  li seziona al mezzo. Giusto un assaggio, senza spoiler, di un romanzo in lettura, quando la storia è già un bel po' sviluppata. E questo è La metà esatta 
Buongiorno!

Quarto appuntamento con la rubrica più longeva del blog X,D 
Avvinta all'acquisto dall'ottima recensione di Claudia del blog Il giro del mondo attraverso i libri, qualche settimana fa ho fatto il mio primo acquisto "gorilloso" ed eccomi qui, in queste giornate annebbiate dall'afa, a leggere i più divertenti racconti di fantascienza italiana che mi siano mai capitati sotto le pupille. 
Prima, qualche nota sul volume

28 luglio 2015

LA FACCIA CHE DEVE MORIRE - Ramsey Campbell // La Recensione


Avevo sofferto dei postumi di alcune esperienze psichedeliche e trascorso la notte cercando di non vedere cose come la mia faccia senza bocca riflessa nello specchio del bagno [Visita guidata in fondo alla mia mente, Ramsey Campbell, p. 10]



Ogni tanto succede. Ogni tanto rispuntano dal passato (nemmeno troppo lontano, per la verità) opere mai tradotte fino ad ora. Accade senza preavviso. E il bello è che non sempre succede in libreria anzi, spesso e volentieri sono le edicole a "spacciare" questi volumi ignoti della narrativa contemporanea.

È successo con la serie horror di luglio di Urania, che ha offerto al lettore la possibilità di conoscere (o di approfondire la propria conoscenza) Ramsey Campbell, autore inglese di un tipo di letteratura dell'orrore che, in quanto a forza narrativa, non teme nessun "Re".

27 luglio 2015

La Foglia Nera, Alen Grana - Segnalazione e intervista


Buongiorno!

Oggi vi segnalo l'uscita del secondo volume del piratesco scritto da Alen Grana e pubblicato da La Piccola Volante, La foglia nera.

Per l'occasione, ho fatto tre domande ad Alen, perché ci rivelasse qualcosa in anticipo su questo secondo romanzo (a proposito: a breve la recensione del primo I signori delle balene).

Ma, prima, la scheda del romanzo.

25 luglio 2015

Il sabato del fumetto: PERSEPOLIS - Marjane Satrapi

"Persepolis: una delle cinque capitali dell'impero achemenide (nell'attuale Iran). La sua costruzione, durata settant'anni, non giunse mai a compimento. Qui veniva celebrato il Nawrūz, il "capodanno" zoroastriano.

Buongiorno e buon sabato, cacciatori di storie!

E benvenuti al primo appuntamento con una nuova rubrica, tutta dedicata ai fumetti, dal titolo provvisorio ma anche no di Il sabato del fumetto.
Brutto, bruttissimo titolo. Ecco: se sentite di tombe capovolte a Piedigrotta, sappiate che non era mia intenzione suscitare l'ira di Leopardi. Ma forse Giacomo mi perdonerà, ché in fondo ce lo vedo a passare il sabato sera in fumetteria, a parlare di GoT e del Cavaliere Oscuro per poi chiudersi in camera con pile di fumetti da leggere, in attesa del lunedì.

E dunque, in questo primo appuntamento parleremo di Persepolis di Marjane Satrapi.

Persepolis
Marjane Satrapi
Rizzoli Lizard
€ 22,50

24 luglio 2015

Fare ordine in libreria, un metodo

Buongiorno lettori!

Come si prospetta il vostro fine settimana? Il mio, come al solito, sarà ricco di letture e di impegni mammeschi XD

Come vi accennavo qualche giorno fa, era da un po' che giravo attorno all'idea di pubblicare qualche utile suggerimento per chi, come la sottoscritta, spesso si trova a dover fare i conti con il marasma oceanico dei libri casalinghi. Quelli che vedi, si arrampicano sugli scaffali, si infilano in posti che non gli competono, scivolano dietro un cassetto, si addormentano sotto al comodino.

la storia della mia vita u_u

Vedete, io ci provo, ogni tot mesi, a fare ordine.
Poi, però, puntualmente ti ritrovi Poe che va a scambiare due chiacchiere e qualche bicchierino con Bukovski; Scerbanenco che si abbandona a riflessioni con Maugham;  Bolaño che litiga con Sciascia... Insomma: un casino.
E quando cerchi un libro, magari urgente, dover scartabellare tra nomi e titoli ti fa perdere un pezzetto di vita ogni volta.

Pare però, e non vorrei neanche dirlo, che dall'ultima riorganizzazione libresca le cose si siano fatte più ordinate. Non che i titoli non sfuggano ancora, per carità, ogni tanto qualcuno ci prova a inserirsi dove non dovrebbe, tutto sommato la situazione si è fatta più gestibile.

23 luglio 2015

I POTERI DELLE TENEBRE, VOL. 2 - Robert Aickman // La recensione

Sia reso onore al merito a quelle case editrici che basano la loro linea editoriale sul recupero di nomi e testi prossimi all'oblio letterario, permettendoci di riscoprire storie altrimenti dimenticate.

È il caso della Hypnos, casa editrice specializzata nella narrativa di genere weird che ha in catalogo, oltre a nuovi rappresentati della categoria, i "capostipiti del genere", veri e propri mostri sacri della narrativa fantastica.

I poteri delle tenebre è il secondo dei sei volumi che la Hypnos ha deciso di dedicare alla figura di Robert Aickman e ai suoi racconti, lunghi viaggi onirici che conducono il lettore nella regione che sta tra la realtà e l'immaginazione.

22 luglio 2015

Riserva Indie cap. 1 - Intervista a Michela Meloni - La Piccola Volante


Riserva Indie è l'appuntamento dedicato alle interviste ai piccoli editori indipendenti. Quelli che, penne di corvo in testa e inchiostro sulle dita, lottano ogni giorno contro l'assalto dei grandi gruppi editoriali ♥

Benvenuti, cacciatori di libri!
Inauguriamo oggi il primo appuntamento con le interviste agli editori indipendenti (yee!).
Si tratta di un progetto a cui tengo molto, perché sono convinta che molte belle storie finiscano al macero (ahia!) per una pigrizia di fondo del lettore che, spesso e volentieri, viene sedotto dai titoli strillati dalle grandi case editrici, ignorando quanto di bello possano offrire i piccoli editori.

La prima intervista è toccata a Michela Meloni, testa, cuore e timone di La piccola volante, casa editrice sarda che chi frequenta il blog ha ormai imparato a conoscere bene
Ma insomma, bando alle ciance. Vi lascio alla nostra chiacchierata :3

21 luglio 2015

La metà esatta (3) - Racconti di vent'anni, Giovanni Arpino

C'è chi si affida all'incipit e chi al finale per capire se un libro può fare o meno al caso suo. La cacciatrice di libri, invece,  li seziona al mezzo. Giusto un assaggio, senza spoiler, di un romanzo in lettura, quando la storia è già un bel po' sviluppata. E questo è La metà esatta 
Bentornati!
Vi dirò, questo caldo asfissiante mi sta prosciugando piano piano. Ho tantissime idee per il blog ma, tra impegni casalinghi (buuu!), polpino che è tutto uno scombussolio per via dei dentini e afa, soprattutto l'afa, son qui che languo davanti al pc, con la testa piena e vuota allo stesso tempo.

18 luglio 2015

Chi legge seduce la sfida promossa da Feltrinelli su Instagram

E siamo arrivati al fine settimana! 

Dove siete di bello? Mare, montagna o nella vasca riempita fino al bordo di acqua ghiacciata? ^_^

Beh, ovunque siate, immagino che a farvi compagnia siano le pagine cartacee o virtuali di un libro (e spero che sia un bel libro). 

Ma, a prescindere da dove siate e cosa facciate in questo momento, c'è una cosa che sicuramente a ciascuno di voi che mi sta leggendo è capitata almeno una volta (e chissà quante altre vi capiterà): essere sedotto da un libro. 

E allora, continuate a leggere, perché quel libro merita le vostre condivisioni <3

17 luglio 2015

Segnalazione del week-end. Festival Collisioni e letture da edicola

E mentre si suda e tutto quello che una blogger può fare è cercare refrigerio nel frigorifero (ah-ah!), e per fortuna il mare è a pochi chilometri :P e comunque sta facendo notte, mica farà caldo pure di notte, no? (#credici) post velocissimo (praticamente un post-it) per segnalarvi alcuni appuntamenti da non perdere per il fine settimana.

Il primo è quello con I Racconti d'autore, i tascabili che il Sole 24 Ore dedica alla letteratura contemporanea. Domenica è la volta di Dino Buzzati, e questi sono i tre racconti che saranno presenti nel volume: Qualcosa era successo, L'uccisione del drago, Non aspettavo altro.

Sempre in edicola, sempre domenica, potrete acquistare La lettura (ma, per chi vuole, sarà disponibile anche la versione digitale),  il supplemento culturale dell'edizione domenicale del Corriere che raddoppia

Book Name Tag - Nomi da copertina

Buongiorno!

È venerdì (ma va?) e non ho molto da aggiornare, così, complice l'arrivo del fine settimana, ho deciso di giocare un po' con i libri. L'idea per il TAG l'ho presa da instagram, anche se non ricordo più la Igers che l'ha ideato. Se recupero il nome lo inserirò nel post.

Allora: vi va di giocare con me?

16 luglio 2015

FUORI DI 3 - Pamela Gotti // La recensione

Titolo. Fuori di 3
Autore. Pamela Gotti
Editore. La Piccola Volante
Anno. 2015
Pagine. 224
Prezzo. 12,00€
Ebook. si

SINOSSI.Primo vive nell'emisfero sinistro, Parìmeno nel destro. Carnia non dovrebbe esserci, ma condivide con loro il ristretto spazio nella testa di Serbero. La regola dei coinquilini parla chiaro: nessun essere femminile nel corpo di un uomo. Ma lui non è un uomo qualsiasi, anche se pensa di esserlo. Non è mica facile liberarsi di un nome fasullo e compiere il destino per cui si è nati! È necessario attraversare deserti, affrontare fantasmi, allucinazioni e demoni. 'Fuori di 3' ci invita al viaggio, alle avventure picaresche di un eroe e degli inquilini che vivono nella sua mente, ci porta fra pellerossa e sciamani in un territorio surreale carico di miraggi, in cui la realtà non è mai quella che appare e anche un uomo qualsiasi può trasformarsi in Leggenda.


                          RECENSIONE.

C'è una cosa che Pamela Gotti, l'autrice di Fuori di 3, sa fare molto bene e questa cosa è scrivere i finali delle sue storie.

Una caratteristica che mi aveva già sorpresa con L'attesa (QUI la recensione) e che si ripete con questo nuovo romanzo, avventura psichica che si svolge tra riserve indiane e città dimenticate nel deserto dell'Arizona.

15 luglio 2015

La metà esatta (2) - La faccia che deve morire

C'è chi si affida all'incipit e chi al finale per capire se un libro può fare o meno al caso suo. La cacciatrice di libri, invece,  li seziona al mezzo. Giusto un assaggio, senza spoiler, di un romanzo in lettura, quando la storia è già un bel po' sviluppata. E questo è La metà esatta 
Bentornati cacciatori di storie!
Il mercoledì è, lo sanno tutti, il giorno della settimana più stancante in assoluto. 
Forse perché è quello che sta proprio al centro della settimana. E il weekend è ancora lontano, e il lavoro ti ha già stressato da un po'.

Ed è per questo che penso che, in un giorno come questo, così "centrale", ci stia bene una rubrica che esplora i libri alla loro esatta metà ^_^

Quest'oggi potrete leggere un estratto dalla pagine 122 di La faccia che deve morire (The Face that must Die) di Ramsey Campbell, romanzo che viene pubblicato per la prima volta in italiano da Urania, nella collana horror. 

14 luglio 2015

Total black book TBR List

Buongiorno cacciatori di belle letture!

Programma di oggi: dieta dimagrante del listone di libri in attesa, che ci sono così tante nuove uscite che aspettano solo un mio ok per entrare in libreria. Dunque: diamoci una mossa (#misentocombattiva)

Mentre il barattolino con i titoli dei libri langue sul comodino, ancora bello fresco di detersivo per piatti, mi sovviene che potrei tentare di creare una TBR per colori.

E visto che il nero sta bene con tutto, inauguriamo il tentativo con una bella TBR total black che prende spunto da un #tag che circola da qualche tempo su Instagram (a proposito, siete anche lì? socializziamo!) e che ha come tema quello dei colori.

11 luglio 2015

Go set a watchman, il ritorno di Harper Lee

[vedi anche alla voce: Harper Lee, il ritorno]
foto pubblicata dal profilo Twitter della @PenguinUKBooks
La notizia è di qualche tempo fa, ma a me piace proporre news un po' vecchiotte, ché magari vi era sfuggita la cosa e poi venite qui a dirmi: ehi, Federica, ma tu lo sapevi che la Lee... 

Dunque.

Pare È fuor di dubbio che la Lee si sia convinta a pubblicare un secondo romanzo. E, precisamente, il romanzo che teneva nel cassetto da cinquant'anni, dal titolo Go set a watchman e sequel del suo (attualmente) unico lavoro.

Probabilmente la maggior parte di voi saprà tutta la storia, ma ripeterla male non fa: quando pubblicò To kill a mockingbird aka Il buio oltre la siepe, pare che la Lee non si aspettasse tutto il successo che il romanzo le portò. In breve, ToKaM divenne un bestseller, le fece vincere il Pulitzer e venne opzionato per un film che si aggiudicò un Oscar.
L'autrice, visibilmente travolta da quel marasma di gente che voleva leggere le sue cose e strapparle pezzi di vestito, decise che nascondersi in casa e far perdere le proprie tracce fosse la cosa migliore da fare.

Fu così che Go set a watchman venne buttato in un cassetto e dimenticato.

Fino a qualche mese fa quando, rovistando tra gli effetti personali della Lee, una sua amica trova il manoscritto di Go set sotto un dattiloscritto originale di To kill. L'editore si scioglie in migliaia di rivoli di lacrime e ipotesi di bissare il successo del primo romanzo e decide di pubblicarlo as it, così com'è.

Secondo le notizie diffuse in rete, in Go set a watchman ritroveremo alcuni dei personaggi del primo romanzo; protagonista sarà ancora una volta Scout, la figlia di Atticus Finch, ormai adulta, che torna a Maycomb per far visita a suo padre e dovrà affrontare questioni politiche e personali che la porteranno a mettersi in discussione.

Negli Stati Uniti il romanzo uscirà tra pochi giorni (il 14 luglio, NdR), mentre qui in Italia dovremmo attendere che rinfreschi l'aria.
Feltrinelli ,che ha acquisito i diritti del romanzo nel marzo di quest'anno, ha infatti annunciato che Go set a Watchman uscirà sugli scaffali per Natale, e la traduzione sarà affidata a Vincenzo Mantovani.

Non ci resta che attendere.
E, magari, ingannare l'attesa rileggendo Il buio oltre la siepe.

Buone letture!
Federica

10 luglio 2015

La metà esatta (1) - Fuori di 3


Bentornati cacciatori di libri!

Mentre pasteggio con una personale rivisitazione della banana split [rondelle di banane affogate in una crema di ricotta e nutella (yum!)] e l'aria condizionata si prende la sua personale rivincita sui miei fieri propositi di non utilizzarla, inauguriamo una nuova rubrica che, spero, catturerà il vostro interesse.


Con La metà esatta andremo a spulciare nei libri in lettura,leggendone la pagina corrispondente all'esatta metà (occhiolino occhiolino) del totale complessivo delle pagine dichiarate dall'editore. Evitando, per quanto possibile, spoiler sulla trama della storia.

Dunque, dopo lo spiegone iniziale, andiamo a conoscere la metà esatta di Fuori di 3 romanzo psichedelico scritto da Pamela Gotti per La Piccola Volante.

"L'ultima cosa che ricordo è di essere andato a correre al parco. Davanti a me c'erano due ragazze piuttosto attraenti, dalle belle tute lucide e attillate, che procedevano spedite. Ricordo le loro risate sarcastiche vedendomi affannato, poi il buio mi ha sopraffatto e il cervello si è spento. Evidentemente devo aver avuto un'amnesia o qualcosa del genere.
Fatto sta che non ho la più pallida idea di cosa sia successo subito dopo." [Fuori di 3 - Pamela Gotti, La piccola Volante, p. 115]

Che ne pensate?

Aspetto i vostri commenti!

9 luglio 2015

L'infinita lista dei libri da leggere, il dramma

Buongiorno cacciatori di libri!

Non so voi, ma io sto pensando di fare un quadretto a punto croce da mettere all'ingresso della camera da letto, con una delle citazioni di T.E.D. Klein che meglio mi rappresenta e che recita così: 

"Mi sconvolge constatare quanto poco io abbia letto finora, e quanta strada mi rimanga da percorrere. Tutti quegli autori semisconosciuti, tutti quei libri in cui non mi sono mai imbattuto... Ne sono uscito esausto e sconfortato, sicché ho passato il resto del pomeriggio dormendo."

A parte l'ironia, tra regali, occasioni, libri a kilo, usati ecc... sul ripiano alto della libreria c'è roba che neanche ricordavo di aver preso.


Una volta, quando mi chiedevano cosa volessi per compleanni o natali, la risposta era scontata: un libro. Vai liscio e sul sicuro se mi regali un libro. Ma anche un buono. Da spendere in libreria. 
Ora no.
Ora la risposta suonerebbe più o meno così: tempo e spazio per leggere i libri che ho accumulato. 
E non sto considerando quello che langue nel kobo. Che anche lì... ma almeno sui digitali ho solo il problema del tempo.

Ecco, mi rendo conto che siamo un po' in ritardo per i buoni propositi del 2015, ma tant'è. 
Il buon proposito di metà anno, di A caccia di libri sarà: 

interrompere lo shopping compulsivo (#credici). Bandite librerie, gruppi di scambio, librerie online, mercatini... Almeno finché quel serpentone di carta lì in alto non avrà perso qualche chilo. (#credici2)


E allora veniamo al secondo "problema":

Nella vita -e in libreria- ci vuole ORGANIZZAZIONE.
Come vi dicevo, nel corso degli anni la sottoscritta si è creata una riserva di caccia di tutto rispetto. 
Romanzi, antologie e saggi passano le loro giornate nella pigrizia della camera da letto, appollaiati come corvi di carta sul ripiano più alto della libreria, nutrendosi di batuffoli di polvere e ospitando pesciolini d'argento.

È venuto il momento di tirare dall'armadio le armi (segnalibro e matita) e nutrirsi di parole.

Il problema è: da che parte comincio?

Io sarei per una lettura "istintiva": guardo nella boscaglia, intercetto la preda più succulenta, la porto sul comodino dove diventerà cibo per la mente e il cuore.
Ma questo, credo, è uno dei motivi per i quali la TBR, invece di sfoltirsi, si è riprodotta a dismisura.
E sullo scaffale ci sono volumi che hanno due o tre anni (shame on me T_T)

Dunque occorre metodo. Un metodo. Che sia uno.

E che funzioni.

Perché se c'è una cosa che so di me è che, se mi si lascia libera, combino solo casini.

Per questo ho bisogno di un metodo. 

Tra i metodi di sfoltimento della TBR ci sono diverse scuole di pensiero.

  • il barattolo dei titoli
  • la TBR per colori
  • quella per iniziali
  • ...
Funzionerebbero con me?
Forse solo il barattolo (e infatti sto pensando di prepararne uno) ma, conoscendomi, so già come reagirei all'estrazione: uhm... sì, è carino e potrei leggerlo, ma non mi ispira adesso... forse potrei andare in biblioteca...
Allora, ho deciso, opto per una combo fra Reading Challenge e Barattolo dei titoli.

La motivazione (oltre all'organizzazione) è il succo del successo.

E poi... ci sono dozzine di titoli che mi sono resa conto di voler leggere, e non so fino a quando la belva librovora che è in me si accontenterà di pasteggiare con le prede casalinghe.

Buone letture!

4 luglio 2015

PRIMA DI SCOMPARIRE - Molia Xabi

TITOLO: PRIMA DI SCOMPARIRE (tit. or.Avant de disparaître )
AUTORE: Scrittore, regista e professore di cinema Xabi Molia, classe 1977, è considerato una delle voci di maggiore interesse della narrativa contemporanea francese. Il suo debutto avviene nel 2000, per i tipi di Gallimard, con il romanzo Fourbi. Ha una predilezione per la fantapolitica e la fantascienza, come dimostra anche Prima di scomparire, quinto romanzo dell'autore e il primo ad essere pubblicato in Italia.
TRADUTTORE: Stefano Lazzarin
EDITORE: L'orma
ANNO: 2012
PAGINE: 312
PREZZO: 14,50 €
eBOOK: no
Ti piace? Puoi acquistarlo Qui
SINOSSI. Parigi, XXI secolo, tra qualche mese. L'amore al tempo delle catastrofi. 
Antoine Kaplan è un medico incaricato di identificare i primi sintomi di un morbo che trasforma i suoi concittadini in esseri bestiali e assetati di violenza. Sotto l'assedio degli «infettati», la comunità dei sopravvissuti affronta giorno dopo giorno le conseguenze del disastro: caos, carestia, clima di sospetto. D’improvviso la moglie di Kaplan scompare e Antoine, eroe suo malgrado, serio e determinato dalla costanza della ragione, s'inoltra nei meandri di una città allo stremo per ritrovarla. Intanto un misterioso pamphlet incita, in una lingua profetica e inconfutabile, a contribuire all’imminente estinzione della specie umana.

Il mio giudizio.


RECENSIONE.

Ci sono libri che ti capitano tra le mani per caso.
Che magari stai cercando qualcosa come "Le imprevedibili avventure cubane di Ekinte, il pinguino eschimese" e tra i titoli consigliati dal bot della libreria digitale ci trovi questo "Prima di scomparire", di Molia Xabi, autore dal nome e cognome intercambiabili per me, che non ho a portata di mano le pagine bianche di Parigi.

Prima di scomparire è anche uno di quei testi che in wishlist è stato poco, il tempo di trovarlo in offerta a metà prezzo e di cliccare su "Acquista" che ce l'avevo sul comodino. E anche sul comodino c'è stato pochissimo ed è stato divorato in pochi giorni.

2 luglio 2015

ERBASECCA E VOLAQUI - Elisa Ghirardi Piccole storie#2

Piccole Storie è la rubrica ideata da me e a cadenza... senza cadenza ^_^" dedicata ai più piccoli. Libri e racconti per l'infanzia, da leggere a o con i nostri futuri topini di biblioteca ♥

TITOLO: ERBASECCA E VOLAQUI: il viaggio dei due spaventapasseri che impararono a camminare
AUTORE: Elisa Ghirardi
ILLUSTRAZIONI: Emiliano Billai
EDITORE: La Piccola Volante
ANNO: 2011
PAGINE: 70
PREZZO: 16,00€
eBOOK: no
Ti piace? Puoi acquistarlo Qui
SINOSSI. Chi l’ha detto che gli spaventapasseri debbano solamente scacciare uccellini? E se i pennuti si trasformassero nella cinguettante armonia di un’amicizia inattesa? Come comportarsi con l’arrivo di un’insolita cicala? E che fare all’apparire di una stella misteriosa e irraggiungibile? Avventure tra bolle di sapone, magie, fughe, sortilegi, un’imprevedibile donna cannone, la leggerezza delle rondini, l’incanto della luna, incredibili starnuti e gli straordinari segreti di un piccolo, azzurrissimo oceano. Emozioni, desideri e poesia, valzer, canzoni e concerti tra le lucciole. Una fiaba scritta su un magico spartito musicale dove si intrecciano lievi, coloratissimi e incantevoli passi di danza.

Il mio giudizio.


RECENSIONE.

E torniamo ad occuparci di narrativa per ragazzi con questo bellissimo piccolo racconto di Elisa Ghirardi, edito da La Piccola Volante.

Follow by Email