30 settembre 2015

La metà esatta (8) FIABA IL MAGO, Emiliano Billai

Per chi fosse arrivato solo adesso e volesse sapere cos'è "La metà esatta" clikki QUI  ♥
Bentornati, benvenuti!
Siamo agli sgoccioli, non è vero? Il tempo di girare l'angolo e anche settembre ci avrà detto "ciao-ciao", svolazzando foglie verde-terra. 

La cosa che più mi mancherà sarà il mare che, a dir la verità, a parte la parentesi sarda quest'anno non sono riuscita affatto a godermi. 
Eppure, com'è bello il mare a settembre: la sabbia fredda sotto i piedi, una maglietta a maniche lunghe per ripararsi dal vento che soffia, ma piano, le gambe scoperte. E il silenzio, l'assenza della folla; un'asciugamano steso sulla battigia, lo sciaguattio delle onde...

*sniff* pensavo che con SamSam sarei riuscita a fare qualche giorno di settembrità marina, ma lui si è influenzato e così, prima che ce ne accorgessimo, settembre è finito.

Non è finita, invece, la rubrica che vi permette di assaggiare brandelli di storia da libri in lettura o già letti. 
Ottavo appuntamento con La metà esatta e, ironia della sorte, ma tocca, a un personaggio che è il dio della disparità, un bel numero pari. XD

29 settembre 2015

Recensione. PERDIDO STREET STATION - China Mièville // prima parte

Buongiorno e bentornati,

me l'avete chiesta in tanti ed eccovi accontentati: proseguendo nella lettura potrete trovare la mia personale opinione su Perdido Street Station, il romanzo che mi ha fatto conoscere China Mièville e la sua mostruosa immaginazione.
illustrazione di Evan Dahm

Tanto mostruosa che un post non basta.

In effetti avrei voluto titolate il post di oggi: "Perdido Street Station: istruzioni per il viaggio" ma poi ho pensato che la cosa avrebbe incasinato parecchio un post che è già un casino adesso, e la confusione è la nemica di una buona lettura, no?

Però, però... davvero non si può liquidare questo romanzo e questo autore e il mondo che ha partorito quella testa sbozzata in poche righe di opinioni da blogger. 
Quindi il post sulle "istruzioni" (creature/città/culti & leggi) ci sarà.
Non vi dico quando.
Ma presto.
E adesso, mettetevi comodi, tazza di caffè in mano, le porte di New Crobuzon si aprono solo per voi...

28 settembre 2015

La cacciatrice di libri è anche su Facebook!

Ebbene sì, restate di stucco non è un barbatrucco: come potete vedere dalla barra a lato, ho deciso proprio ieri, complici le ingerenze lunari, di aprire la paginetta del blog su Faccialibro. 

Instagram resta il social che preferisco per l'immediatezza di comunicare in uno scatto cosa sto facendo/leggendo e gattini.


Ma Instagram è anche un social "povero", che permette pochi scambi e ti vincola, soprattutto quando si tratta di creare post lunghi o di condividere cose che non siano semplici fotografie. 
Di Twitter, non parliamo...


D'altro canto, il blog ha le sue "problematiche gestionali" e, solitamente, creare un post qui non è come scriverne uno su Facebook (lì basta un "guardate che roba" con annesso video o foto per fare un post XD). 

Dunque, ammetto di averci girato attorno per un bel pezzo, ma ho capito che da Facebook, volenti o nolenti, non si scappa. 


Per cui, ho creato la mia bella e nuda paginetta alla quale, spero, vorrete dare il vostro like.♥

Tra le altre cose, sulla pagina condividerò cose che sul blog farebbero "spessore" e che saranno protagoniste di un giveaway pensato proprio per far conoscere la neonata pagina. 

Quindi, se vi va, ci vediamo anche di là  ;)
--- Restiamo in contatto? Instagram// Twitter // Goodreads // Facebook

Un gatto in libreria... (3) IL DIO DEL DOLORE di Francesco Brandoli

Buongiorno!
Avete fatto le ore piccole per vedere la luna di sangue? *_*

Visto che siamo in modalità fantascientifica/fantastica (la luna di sangue è un evento astronomico molto sfruttato nella letteratura di genere) colgo la luna al balzo (ahahahahah XD) per segnalarvi il romanzo di un autore emergente. Sto parlando di Il dio del dolore, romanzo di Francesco Brandoni edito da Tabula fati.

Alla lettura della scheda sembra un volume interessante, con una storia che vede come protagoniste divinità create con lo scopo di regolare e governare propri universi eppure sottoposte, come ogni oggetto e creatura, alla casualità dell'esistenza.

23 settembre 2015

La metà esatta (7) - CRONACHE DI MONDO9, Dario Tonani

Buongiorno bellagente! (no, non è un refuso, l'ho scritto scientemente così :P)

È di nuovo mercoledì (ma và? Di nuovo?) e senza rendercene conto siamo già arrivati al settimo appuntamento con la rubrica che spacca in due i libri, per permettervi di affondare le mani dentro la polpa della storia e assaporarne un brandello.

E l'introduzione splatter ci sta tutta, anche se poi il romanzo (o meta-romanzo, o "romanzo di racconti") in questione appartiene al genere della sci-fi//steampunk.

Curiosi?
Allora, seguitemi in questo nuovo episodio di

22 settembre 2015

A caccia di... novità in libreria. Vaporteppa, Blestemat e Apocalisse Peluche

Buongiorno!
Ieri, mentre girovagavo per la rete alla ricerca del materiale per l'articolo su Perdido Street Station (maledizione, China!, non ne uscirò mai dal Bas-Lag ç_ç) ho scoperto l'esistenza di una casa editrice relativamente nuova e talmente particolare che non potevo tacerne l'esistenza.

Ordunque, voi appassionati di steampunk, weird e cose che difficilmente troverete in libreria, prendete carta e calamaio, segnatevi questo nome: Vaporteppa e poi continuate a leggere, che ci sono un paio di titoli che potrebbero solleticare il vostro interesse. ;)

18 settembre 2015

Recensione. INTANTO, DA QUALCHE PARTE NELLO SPAZIO... - Aa. Vv.

E, insomma, rieccoci qui, cacciatori di storie!
Oggi riprendiamo, con calma e tante pause per respirare tra un post e l'altro, la nostra esplorazione di libri e pagine.
E ce ne sono, di libri e di pagine da raccontarvi! Perché, mentre il blog oziava, io lasciavo qualche diottria appresso a storia belle e curiose. Alcune delle quali finiranno, probabilmente, in un post collettivo di "cosa ho letto e perché ve lo consiglio".

Però oggi non è domani e quindi lasciamo perdere il futuro. 
Anzi, no. 
Quella che vi propongo è una lettura di qualche tempo fa che -potere dei social- ho fatto grazie a un twitt di Claudia (qui il suo blog) complice anche la copertina che, diciamolo, fa la sua porca aliena figura.

Curiosi di saperne di più? :3

3 settembre 2015

La metà esatta (6) - PERDIDO STREET STATION China Miéville

Buongiorno!

Iniziamo la giornata con un estratto al 50% di Perdido Street Station di China Mièville; è un romanzo particolare, questo. Un concentrato di steampunk, weird, horror, fantascienza, fantasy... Un'affascinante e impegnativa lettura di un universo fantastico (nel vero senso della parola)

Ve ne parlerò, ve l'ho detto, pa voglio farlo con la dovuta calma e la giusta cura, perché non si possono liquidare 600 e passa pagine in un post striminzito ;)

Per il momento, vi lascio in lettura un frammento estrapolato dalla metà del romanzo :)


Derkhan quasi non riusciva a credere a tanta ingenuità. Dunque era quello il contatto di Ben. Quella stupida scienziata di poco conto, stizzita perché le avevano portato via il suo progetto. Per quel motivo aveva testimoniato sui traffici illeciti del governo, aveva attirato su di sé l'ira della milizia.
"Barbile" ripeté Isaac, questa volta con maggiore calma e pacatezza. "Cosa sono?"
Magesta Barbile alzò lo sguardo su di lui. Pareva leggermente sconvolta.
"Cosa sono?" domandò con aria sbalordita.
"Gli esemplari che sono fuggiti? Il progetto? Cosa sono?"
"Falene Estinguitrici."
Perdido Street Station, China Miéville, trad. Elisa Villa, Fanucci editore

Che ve ne pare?
Sono curiosa di leggere i vostri commenti! E, come sempre, Buone letture ♥
---
Restiamo in contatto? Instagram// Twitter // Goodreads

1 settembre 2015

Settembre! Bentornati e Segnalazione per FINO ALLA FINE DELLA RETE

Bentornati!

Come avrete notato, c'è stato uno slittamento tra il rientro preventivato e quello effettivo :P
In realtà, ci vorrà ancora qualche giorno (ma diciamo anche: settimane ^_^) perché il blog torni a pieno regime. Il discorso sul perché e percome
è abbastanza lungo... in ballo c'è un racconto che si è trasformato in qualcosa di più "sostanzioso" e che mi sta chiedendo ogni millisecondo libero perché sia pronto (magari non perfetto, ma pronto :))

si: voglio l'autunno u_u

Quindi, occorre fare una scelta: e il blog, poverino, non dico che è passato in secondo piano, ma ha il suo bel da fare per farsi seguire. 

Inoltre, (e che ve lo dico a fare) sto macinando libri a manetta, dopo l'impegnativa lettura di Perdido Street Station di China Miéville (romanzo steampunk di cui vi parlerò, prima o poi, ma che richiederà ben più di una recensione da "una botta e via" perciò... con calma), e le recensioni si accumulano e mi fanno angoscia e non c'ho il coraggio di affrontarle XD

Ma veniamo a cose ben più serie.
Ho ricevuto una mail da una giovane scrittrice che mi chiedeva di segnalare il suo lavoro e il blogtour associato. E io: beh, perché no? ^_^

Follow by Email