Passa ai contenuti principali

*Teaser Tuesday n°3* Cerimonia di sangue, T.E.D. Klein




Teaser Tuesday, rubrica inaugurata da shouldbereading, ha come obiettivo quello di postare brani di un romanzo (che si sta leggendo oppure no), senza -ovviamente- spoilerare.



E siamo di nuovo qui :)
Come sono andate le feste? Avete letto in questi giorni?
Io ho appena iniziato la lettura di un romanzo "sudato"; ovvero, un romanzo che ho cercato per tutto il web e le bancarelle dell'usato e che aspettava il suo turno da un bel po' ;)

Si tratta di Cerimonia di sangue di T.E.D. Klein, autore che probabilmente non vi dirà nulla, ma che ha una prosa orrorifica che batte (secondo me) decine di cloni di Stephen King.

Niente di meglio che presentarvelo con una Teaser Tuesday, vi pare?

La foresta bruciava.
Per tutto l'orizzonte si stendeva una cortina di fumo e di fiamme che tingeva di rosso il cielo notturno e offuscava le stelle. Nel giro di pochi istanti la vegetazione avvizziva e si consumava; alberi maestosi si piegavano urlando verso terra, dèi morenti di fronte a un'immane bufera, e il rombo della loro rovina era come il ruggito di migliaia di venti.
Per sette giorni il fuoco infuriò, inarrestabile e inestinguibile. Non c'era nessuno a fermarlo; nessuno l'aveva visto divampare, tranne le tribù disseminate qua e là dei Mengos e degli Unamis, che in preda al terrore avevano lasciato le loro case. Alcuni di loro dissero di aver visto, la prima sera, una stella cadere dal cielo e schiantarsi tra i boschi. 
Altri sostenevano che la colpa era del fulmine, o di uno strano liquido rossastro che scaturiva gorgogliando dal suolo.
Forse sbagliavano tutti.
Pertanto, atteniamoci a questo: gli eventi qui riferiti cominciarono così come un giorno sarebbero finiti...
Nel mistero.

T.E.D. Klein - Cerimonia di sangue, p. 3

Cosa ne pensate?

Come sempre, buona lettura.

Commenti

  1. Ciaooo...il titolo "Cerimonia di sangue" mi ispira...mi sembra di averlo già sentito...me lo segno!

    RispondiElimina
  2. Effettivamente no, l'autore non mi dice nulla ma se dici così allora me lo devo segnare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina, grazie per il commento. L'ho quasi finito ma già so che la recensione sarà positiva ^_^

      Elimina
  3. Ciao Rosa... è un titolo un po' vecchiotto, ma ne vale la pena ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

I tuoi commenti sono una parte importante del mio blog. Lascia un messaggio. Grazie ♥

Post popolari in questo blog

INTERVISTA A VITO DI DOMENICO. PRIMA PARTE. ALTRISOGNI E IL RUOLO DEL CURATORE DI ANTOLOGIA

Dopo aver partecipato alla realizzazione e al lancio di Altrisogni vol. 3, antologia digitale edita da dbooks.it (e che vedete nella colonnina a destra del blog), ho più volte pensato che sarebbe stato interessante fare quattro chiacchiere con Vito Di Domenico, che dell'antologia è il curatore, sui suoi molteplici ruoli inAltrisogni.

Poi le cose si sa come vanno, e le quattro chiacchiere si sono trasformate in un bel discorso sull'editoria, dalla nascita di un progetto tentacolare come Altrisogni, al ruolo di curatore di antologia a quello di editor, passando poi per lo stato della narrativa fantastica italiana per arrivare a ciò che può rendere uno scrittore wannabe uno scrittore senza aggettivi a fargli da coda. 
Mi è sembrato quindi necessario, considerate la densità delle risposte, suddividere l'intervista in due parti. Ché qui vi si vuole coinvolgere, non far fuggire. 
E, credetemi, di cose interessanti da leggere subito dopo il mio vano sproloquio, ce ne sono parecc…

PARANOIAE. Giulio Rincione (batawp) - Recensione

Disclaimer. Se siete tristi, desolati, tutto questo non fa per voi.

(non è da qui che...)Alan ha un mostro nella pancia. Una creatura abominevole che gli sta acquattata nello stomaco e si alimenta di lui, succhiandone la vita un po' alla volta.
Alan vive in un loop, nella routine dell'esistenza, aspetta Emily che prima o poi ritornerà, che forse non se n'è mai andata che forse è già andata via. (Da quando?)
Alan ha chiuso tutti fuori, dentro resta solo lui, lui col suo mostro, e il mangime che gli dà per farlo stare quieto non è più sufficiente. Il mostro ha fame. E vuole che Alan lo liberi. Fuori. Dentro.

MINE-HAHA - Frank Wedekind

In breve: frammenti di una vita confusa con il sogno

Titolo: Mine-Haha ovvero Dell'educazione fisica delle fanciulle Titolo or. Mine-Haha oder Uber di koerperliche Erziehung der junge Maedchen Autore: Frank Wedekind Traduttore: Vittoria Rovelli Ruberl Editore: Adelphi Edizione: 2005 (I ed. 1975) Tipo: romanzo Genere: formazione/fantastico pagine: 124 Prezzo: 8,00€ ISBN:9788845920400 ebook: no
voto: 
Sinossi. In un grande parco, disseminato di case basse coperte di rampicanti, centinaia di fanciulle vengono educate a sentire il proprio corpo, a farne uno strumento di assoluta, armoniosa eccellenza. Il mondo esterno non ha alcun contatto diretto con questo parco, ma lo finanzia, in attesa di accogliere le fanciulle che vi sono ospitate. Perché?
Misterioso e trasparente come il suo titolo – un nome indiano di ragazza, che significa «acqua ridente» –, Mine-Haha è il racconto più perfetto di Wedekind e insieme l’unica opera dove tutti i suoi fantasmi convulsi e invadenti sembrano essersi congiunti e…