Passa ai contenuti principali

Teaser Tuesday #2 - Anime assassine, Marionette

riuscirò mai a realizzare un banner che mi soddisfa? 


Bentornati lettori coraggiosi :3

TeaserTuesday di oggi per Anime Assassine-Marionette, noir di Diego Collaveri edito da GDS in coda di lettura :)

Ma cos'è il Teaser Tuesday?
Partito dal blog di shouldbereading, si tratta di postare un estratto casuale di un romanzo che si sta leggendo (o che si è in procinto di leggere), senza -ovviamente- spoilerare.







Mi ero recato a casa della vittima a dare un’occhiata, con un paio di agenti. Fortunatamente il portiere del palazzo, molto dispiaciuto per la perdita di una persona così brillante, ci aveva aperto senza tanti discorsi. L’appartamento era colmo di libri, disposti in un caos preciso che faceva trasparire il fascino di una personalità in cui arte e cultura si fondevano. Su una mensola, ben in vista, troneggiavano le sue opere: trattati di storia così massicci che non mi sarei mai sognato neppur lontanamente di sfogliare, tanto mi facevano venire sonno solo a guardarne la mole. Non notai niente di particolare, anche se il mio sguardo investigativo scorse tracce velate di una certa predilezione verso il gentil sesso, sicuramente attirato dalla carismatica figura del padrone di casa. Dei vini ricercati, libri di nouvelle cousine; tutte cose per palati fini. La leggera opacità sul cristallo dei larghi bicchieri da degustazione, assente solo in paio di questi, rafforzò in me l’idea che il tipo fosse più da partite a due che da cene di gruppo. Ammettiamolo: l’ambiente era predisposto al rimorchio. C’era qualcosa di male in tutto questo? Assolutamente no! In contrasto con l’integrità dell’arredo mi saltarono agli occhi, lasciati sopra una mensola, dei cerini promozionali del “Blue Angel”, un locale equivoco dove si potevano incontrare donne senza tanti pudori, unica cosa a me familiare in mezzo a tutta quella cultura. Anche in questo non vedevo niente di male: chiunque ha il sano diritto di divertirsi. Quella visita in fondo non era poi servita a molto, ma almeno non ero rimasto al gelo aspettando che la squadra di Farinelli finisse i rilevamenti.

da Anime Assassine, Marionette, Diego Collaveri, p. 7

Che ne pensate?
Ora vengo a leggermi i vostri Teaser Tueasday :)
Se volete partecipare, lasciate un commento sotto al post con il vostro estratto e buone letture!

 ps. vi piace il nuovo banner? :3

Commenti

  1. Mi piace il nuovo banner, anche se credo di star diventando un po' ripetitiva! :P. E' che sono uno più carino dell'altro! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. XD ultimo cambio, giuro che fino a questa estate tengo questo. Grazie Sian, sempre dolcissima <3

      Elimina
    2. Anche questo ultimo cambio è molto carino! *_*

      Elimina

Posta un commento

I tuoi commenti sono una parte importante del mio blog. Lascia un messaggio. Grazie ♥

Post popolari in questo blog

INTERVISTA A VITO DI DOMENICO. PRIMA PARTE. ALTRISOGNI E IL RUOLO DEL CURATORE DI ANTOLOGIA

Dopo aver partecipato alla realizzazione e al lancio di Altrisogni vol. 3, antologia digitale edita da dbooks.it (e che vedete nella colonnina a destra del blog), ho più volte pensato che sarebbe stato interessante fare quattro chiacchiere con Vito Di Domenico, che dell'antologia è il curatore, sui suoi molteplici ruoli inAltrisogni.

Poi le cose si sa come vanno, e le quattro chiacchiere si sono trasformate in un bel discorso sull'editoria, dalla nascita di un progetto tentacolare come Altrisogni, al ruolo di curatore di antologia a quello di editor, passando poi per lo stato della narrativa fantastica italiana per arrivare a ciò che può rendere uno scrittore wannabe uno scrittore senza aggettivi a fargli da coda. 
Mi è sembrato quindi necessario, considerate la densità delle risposte, suddividere l'intervista in due parti. Ché qui vi si vuole coinvolgere, non far fuggire. 
E, credetemi, di cose interessanti da leggere subito dopo il mio vano sproloquio, ce ne sono parecc…

PARANOIAE. Giulio Rincione (batawp) - Recensione

Disclaimer. Se siete tristi, desolati, tutto questo non fa per voi.

(non è da qui che...)Alan ha un mostro nella pancia. Una creatura abominevole che gli sta acquattata nello stomaco e si alimenta di lui, succhiandone la vita un po' alla volta.
Alan vive in un loop, nella routine dell'esistenza, aspetta Emily che prima o poi ritornerà, che forse non se n'è mai andata che forse è già andata via. (Da quando?)
Alan ha chiuso tutti fuori, dentro resta solo lui, lui col suo mostro, e il mangime che gli dà per farlo stare quieto non è più sufficiente. Il mostro ha fame. E vuole che Alan lo liberi. Fuori. Dentro.

MINE-HAHA - Frank Wedekind

In breve: frammenti di una vita confusa con il sogno

Titolo: Mine-Haha ovvero Dell'educazione fisica delle fanciulle Titolo or. Mine-Haha oder Uber di koerperliche Erziehung der junge Maedchen Autore: Frank Wedekind Traduttore: Vittoria Rovelli Ruberl Editore: Adelphi Edizione: 2005 (I ed. 1975) Tipo: romanzo Genere: formazione/fantastico pagine: 124 Prezzo: 8,00€ ISBN:9788845920400 ebook: no
voto: 
Sinossi. In un grande parco, disseminato di case basse coperte di rampicanti, centinaia di fanciulle vengono educate a sentire il proprio corpo, a farne uno strumento di assoluta, armoniosa eccellenza. Il mondo esterno non ha alcun contatto diretto con questo parco, ma lo finanzia, in attesa di accogliere le fanciulle che vi sono ospitate. Perché?
Misterioso e trasparente come il suo titolo – un nome indiano di ragazza, che significa «acqua ridente» –, Mine-Haha è il racconto più perfetto di Wedekind e insieme l’unica opera dove tutti i suoi fantasmi convulsi e invadenti sembrano essersi congiunti e…