25 novembre 2015

La metà esatta (13) - IL SIGNOR W. , Federica Leonardi

Buongiono cacciatori di libri!
La presenza sul blog si è fatta liquida in questi giorni. Non c'è un motivo particolare, se non una gocciolina di malinconia che mi sta allagando il cuore, mentre il Natale si avvicina e, con lui,  l'ansia (lo stress?) per le cosiddette "feste comandate" e le cene e i baci/abbracci falsi come un soldino di cioccolato (di quelli che li scarti e il cioccolato è tutto bianchiccio e sa di burro. Bleah!) e i maledetti bilanci di fine anno u_u
Parlando del blog, c'è una rubrica, in particolare, che vorrei inaugurare questa settimana, e speriamo di farlo. Nel frattempo sto accumulando un numero spropositato di recensioni da scrivere (di bei libri, oltretutto) e sto contando i giorni che mancano all'Avvento del settimo capitolo di Star wars ricamando un lenzuolino a tema per il mio giovane padawan prossimo a compiere il suo primo anno.

Intanto cosa c'è di meglio se non farvi leggere un estratto del mio libro? 



C'è chi si affida all'incipit e chi al finale per capire se un libro può fare o meno al caso suo. La cacciatrice di libri, invece,  li seziona al mezzo. Giusto un assaggio, senza spoiler, di un romanzo in lettura, quando la storia è già un bel po' sviluppata. E questo è La metà esatta 


Aveva tredici anni. Ne sono passati dodici da quel giorno. Dodici anni non sono niente, se si guarda indietro. Se si guarda indietro, il passato ha la consistenza di pochi istanti: gli attimi che sono rimasti impressi nella memoria. Frammenti di vita condensati in una manciata di istantanee.
Una festa di compleanno, un incubo, una poltrona di pelle, un abbraccio, un libro, un bacio. L'odore del sugo nella pentola, le coperte tirate strette contro il petto, una carezza, segreti taciuti. Una passeggiata fino alla Torre di Carset, e lei che guarda in alto. "Mamma, mi porti a vedere le statue?" "Un altro giorno." Ma quel giorno non arriva mai, non viene più. [...]
Parole, tante parole, bruciate dalla memoria, ridotte in cenere, dissolte nell'aria.
Una sola azione che può condizionare tutta una vita, un'intera esistenza. [IL SIGNOR W., Federica Leonardi, La piccola volante, p. 197]

Spero che l'estratto vi sia piaciuto e vi abbia incuriosito, almeno un pochino.

Sono curiosa di leggere i vostri commenti!
E, come sempre, Buone letture ♥

Restiamo in contatto? InstagramTwitterGoodreadsFacebook

4 commenti:

  1. Che bello!!! Voglio assolutamente leggere il tuo libro!! Mi sono innamorata della copertina, della trama, di tutto!! Ho partecipato al giveaway quindi incrocio le dita e ti ringrazio tanto per la tua gentilezza!!

    RispondiElimina
  2. Bellissimo estratto, sono sempre più curiosa di leggere il romanzo!! Brava Fede!!

    RispondiElimina
  3. Grazie a entrambe! ♥ E in bocca al lupo con il giveaway!

    RispondiElimina
  4. Nooo ma i tuoi segnalibri sono fantastici...non dirmi che li hai fatti tu :-) Attendo con ansia la fine del tuo Giveaway

    RispondiElimina

I tuoi commenti sono una parte importante del mio blog. Lascia un messaggio. Grazie ♥