28 novembre 2015

5 libri per... (1) LETTORI CINEFILI

Buongiorno lettori!
Nonostante le più nere previsioni, ci sono riuscita e finalmente inauguro la rubrica che sarebbe dovuta partire a inizi novembre, ma tant'è :)


Cos'è 5 libri per...? Un post di consigli per gli acquisti librosi che è nata con lo scopo di aiutarvi nell'annosa questione dei regali di Natale.
Ogni anno è sempre la solita storia, non è così? Voi che sbattete testa e cuore nella ricerca del regalo più adatto per chicchessia, e magari pensate che con un libro risolvereste tanti problemi...
Già, ma si fa presto a dire libro. Che ognuno ha i suoi gusti e anche la sottoscritta, nel corso di Natali e compleanni passati, si è trovata a scartare tomi che mai avrebbe acquistato e a ringraziare i donanti col sorriso sulle labbra e il cervello che borbottava: ma non mi conosci? ma non lo sai cosa leggo?

Dunque, senza pretese di infallibilità, una volta alla settimana vi accompagnerò virtualmente in libreria, con i miei cinque consigli per gli acquisti legati ai gusti letterari del destinatario del vostro ipotetico dono.

Si tratta, vi avviso subito, di consigli legati solo a libri che ho già letto. Ma nulla vi vieta (anzi, i commenti son graditi come l'aria) di commentare con i vostri suggerimenti, con magari un paio di righe che spieghino la vostra scelta. :)

Oggi, i 5 libri per... è dedicato ai cinefili: quelli che hanno l'abbonamento al cinema e a Netflix, che non si perdono una serie tv, che sanno tutta la cinematografia del regista tal dei tali e qual è stata l'ultima interpretazione dell'attore tizio.
Per loro ho pensato a cinque bei romanzi dai quali sono stati tratti altrettanti bei film. Curiosi?

E allora: buona visione lettura.


ANGEL HEART (ASCENSORE PER L'INFERNO) - William Hjortsberg
Il film è uno di quello che non capisci perché non venga riproposto più spesso in tv. Un Robert De Niro magistrale nella sua interpretazione del diabolico Louis Cypher, con la scena dell'uovo che resterà sempre tra le mie preferite e un finale angosciante come pochi.
Il romanzo non è da meno. Scivola lentamente verso la degradazione fisica e morale del protagonista, l'Angel del titolo. Un investigatore privato ingaggiato da Cypher per ritrovare un uomo che gli è debitore. Ma la gente attorno ad Angel comincia a morire in modo atroce e violento, e quello che parte come un giallo sprofonda sempre più velocemente nel puro racconto dell'orrore e in quella che è una trappola perfetta, con un finale netto, meraviglioso e terribile per le conseguenze che implica e per il senso di stordimento che ti lascia addosso, una volta chiuso il volume. Angel Heart è uno di quei romanzi che vorresti continuare a leggere a oltranza, che non ci credi finisca davvero così. Un page turner magistrale. Da leggere e da vedere.
Da regalare al cinefilo che non ama le storie lineari e apprezza le contaminazioni tra i generi.



FIGHT CLUB - Chuck Palahniuk
Lo so, lo so. La mia recensione non è stata il massimo per il romanzo. Ma chi ha mai detto che i miei gusti debbano rispecchiare quelli del resto del mondo? Se il romanzo di Palahniuk non mi ha convinta del tutto, il film è una visione da non potersi lasciare sfuggire. In questo caso, però, il problema è quello dello spoiler. Probabilmente il vostro cinefilo avrà già visto il film ma... e qui viene il bello, anche avendo visto il film e sapendo dove andrà a parare Palahniuk, ci sono nel romanzo quelle piccole differenze che potrebbero rendergli la lettura piacevole (e mi riferisco al primo incontro con Tyler e al finale ;))
Da regalare al cinefilo collezionista: se pure il romanzo non dovesse piacergli, il libro farà pariglia con il dvd di Fight Club che quasi sicuramente avrà nella sua cineteca.






IL MIGLIO VERDE - Stephen King
Lacrimoni assicurati con il romanzo di King. E non mi riferisco solo alla "scintillante" scena con Coffe e Old Sparkly.
Il miglio verde è stato tra i pochi romanzi del Re la cui trasposizione cinematografica non ha rovinato il prodotto letterario, rispecchiandone fedelmente soggetto e personaggi. Per una volta King non mette in scena un ubriacone derelitto ma un uomo accusato ingiustamente di un terribile delitto, un uomo troppo buono e innocente per far parte della società. E, dall'altro lato, c'è una selva di soggetti abietti, cattivi nel senso più puro del termine, nel ruolo dei vincenti. Un romanzo che è una riflessione sui limiti della giustizia umana, quando viene dirottata da pregiudizi e stereotipi tanto radicati da rendere comunque preferibile la condanna di un uomo innocente ma "diverso" per una serie di motivi e quindi spaventoso e osceno, che la sua libertà.
Romanzo adatto per il cinefilo che dall'horror si tiene a debita distanza sventagliando crocifissi come un Van Helsing da battaglia.



PERSEPOLIS - Marjane Satrapi
Non è un film in senso stretto, non è un libro ma una graphic novel. Pensate cambi qualcosa? In entrambi i casi vi trovate di fronte a una storia forte, con una protagonista magnifica: una ragazzina che cresce assieme al suo paese, che cambia mentre il suo paese cambia. Che osserva mutamenti che all'inizio non comprende e poi liberamente contesta. Persepolis è la storia di Marjane e della famiglia Satrapi ma è anche la storia dell'Iran moderno, attraverso le sue lotte interne, la limitazione dei diritti umani, le piccole azioni clandestine per la riappropriazione di una parvenza di libertà individuale. Persepolis è un canto di libertà e amore: amore per la libertà, in primo luogo, ma anche amore incondizionato per la propria storia e identità nazionale.
Capolavoro di animazione e di sensibilità, da regalare al cinefilo che vuole approcciarsi senza preconcetti alla storia dell'Iran moderno (ma anche dell'occidente) da un punto di vista squisitamente "interno".



L'ESORCISTA - Peter Blatty
Sempre per la serie: libri letti/film visti non poteva mancare il capolavoro di Blatty. Se il film a me ha sempre fatto ridere (ma io sono un caso disperato e le storie di possessione ed esorcismo non le ho mai trovare particolarmente spaventose) ho del romanzo il ricordo di una storia davvero inquietante. Blatty sa come infondere il terrore per quel qualcosa di inspiegabile che stravolge la vita della piccola Regan e di sua madre. La possessione è una cosa lenta, che striscia piano piano nel corpo e nell'anima di Regan, i comportamenti strani, all'inizio innocui e quasi impercettibili, si fanno via via più osceni, mentre Chris non sa cosa fare e ci affanniamo con lei, alla ricerca di una cura per quella cosa che sembra non averne. Si parte già sconfitti e il finale non chiude, come il film, del tutto le domande e i dubbi.
Romanzo pensato per il cinefilo appassionato di film dell'orrore vintage e che magari ha una statuetta di Pazuzu sullo scaffale della cineteca.


Ed ecco i miei 5 libri per... cinefili. Ora sta solo a voi scoprire quale fa al caso del vostro cinefilo e impacchettarlo, magari accompagnando il regalo con un biglietto d'auguri formato ticket del cinema e il dvd dedicato ;)
Cosa ne pensate di questa rubrica?
Spero vi piaccia :3
Sono curiosa di leggere i vostri commenti!
E, come sempre, Buone letture ♥

Restiamo in contatto? InstagramTwitterGoodreadsFacebook

3 commenti:

  1. Il miglio verde mi piacerebbe leggerlo ❤ ricordo di aver visto il film quando ero piccolina (e di essere rimasta traumatizzata da un paio di scene ahahah)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusy, sì qualche scena horror c'è, ma è più "soprannaturale" che orrore vero. Comunque il romanzo leggilo, è molto bello ♥

      Elimina
  2. Confermo che mi piace questa rubrica! :)
    E complimenti per le scelte! :) Di questi ho letto solo Fight Club, che ho adorato, mentre di film ho visto Fight Club, Il miglio verde e L'Esorcista. Non credo che leggerò i rispettivi libri, almeno per il momento, ma farò un pensierino sul primo, perché sembra davvero interessante! :)

    RispondiElimina

I tuoi commenti sono una parte importante del mio blog. Lascia un messaggio. Grazie ♥